You are currently viewing Dal 1° ottobre servizi telematici soltanto con Spid, Cns e Cie
1° ottobre

Dal 1° ottobre servizi telematici soltanto con Spid, Cns e Cie

Nei primi 8 mesi del 2021 gli accessi al cassetto fiscale superano quota 44 milioni

Da venerdì 1° ottobre i cittadini potranno accedere ai servizi online dell’Agenzia delle entrate e di “Agenzia entrate – Riscossione” soltanto attraverso le chiavi digitali uniche valide, ossia Spid (Sistema pubblico dell’identità digitale), Carta nazionale dei servizi (Cns) o Carta d’identità elettronica (Cie). Anche i Pin rilasciati dall’Agenzia e non ancora scaduti da tale data, non saranno più utilizzabili.

Con i servizi online delle Entrate, lo sportello si allontana
Sono molti i servizi telematici offerti dall’Agenzia delle entrate che saranno utilizzabili tramite una delle tre modalità di autenticazione digitale promosse dal decreto “Semplificazione”.
Dal 1° ottobre 2021 solo Spid, Cie e Cns apriranno ai cittadini le porte ai servizi dell’Agenzia delle entrate che possono essere fruiti via web senza bisogno di recarsi allo sportello.

Servizi online di Riscossione
I servizi online di Agenzia delle entrate-Riscossione, a disposizione di cittadini, imprese e professionisti nell’area riservata del sito e dell’app Equiclick, sono accessibili da pc, smartphone e tablet e consentono di svolgere in autonomia la maggior parte delle operazioni che si richiedono comunemente agli sportelli. Nell’area riservata è infatti possibile consultare la propria situazione debitoria, controllare la presenza di cartelle, avvisi e lo stato dei pagamenti, presentare una richiesta di rateizzazione e ottenere poi il relativo piano di dilazione, chiedere di sospendere la riscossione nei casi previsti dalla legge, pagare, attivare il servizio di alert “Se Mi Scordo” per ricevere i promemoria delle proprie scadenze, delegare un intermediario a operare per proprio conto.

Come richiedere le chiavi digitali uniche
Il Sistema pubblico di identità digitale, basato su credenziali personali, assicura l’accesso ai servizi online della Pa e dei privati aderenti, grazie alle attente verifiche di sicurezza effettuate sul funzionamento del sistema. Le aree personali dei portali delle Pa sono raggiungibili anche attraverso la Cie, ossia la nuova Carta di identità elettronica rilasciata dal comune di residenza. Per utilizzarla occorre il Pin della carta e installare sul proprio smartphone l’applicazione “Cie Id”; in alternativa è possibile utilizzare un pc dotato di un lettore di smart card.

I professionisti continuano sulla propria strada
Per il momento, i professionisti e le imprese non sono coinvolti dalle nuove modalità di autenticazione. Dopo il 1° ottobre 2021 le credenziali Fisconline, Entratel o Sister, continueranno a essere rilasciate alle persone fisiche titolari di partita Iva e alle persone giuridiche (Pnf) .

Lascia un commento